Friday, 6 December 2013

02.12.2013

… 
Non solo gli amuleti che rappresentano simbolicamente il fallo, ma anche il linguaggio e gesti osceni sono destinati allo scatenamento di una potenza, quella sessuale, che ha effetti di provocazione fecondante sulla vegetazione, sul gruppo umano e sul cosmo, ovvero ha effetti apotropaici e profilattici contro presenze mitiche (demoni, male, morti, streghe, iettatori, un prete, un carro mortuario vuoto, un gatto nero), portatrici di una forza disgregante che attentano alla pienezza vitale. …
Ciò spiega anche perché, quando ci si sente aggrediti da una forza disgregante, ci si difende toccandosi i testicoli.
In una società di modello maschilista, a questa precauzione o difesa apotropaica può ricorrere evidentemente soltanto il maschio, anche se talvolta, negli usi contadini, la donna  ricorre a ripetuti colpi sul proprio sedere.  Altra pratica, simile  a questa … in forma residuale e con trasmissione da madre a figlia, è quella di grattarsi la natica destra, da parte delle donne,  per scacciare il malocchio. Senza dubbio, entrambe le pratiche equivalgono al toccamento dei testicoli, oppure volendo azzardare un'ipotesi che andrebbe più approfondita,  si potrebbe intravedere in questi scongiuri femminili un forma residuale tabuizzata dell'antico anasyrma, o sollevamento delle vesti, per mostrare gli organi sessuali.

...

Source: Malocchio e Jettatura,  Le forme, la storia, l'analisi di un'antic e universlae superstizione dalle prime testimonianze letterarie ai giorni nostri, di Erberto Peroia; Newton Compton editori s.r.l., Roma; 1995
pp12



Not only amulets that symbolically represent the phallus, but also language and obscene gestures are intended to unleash a sexual power, with the effect of provoking fertility on vegetation, on the humans as a group and the cosmos, that is to say, have apotropaic and prophylactic effects against mythical presences (demons, evil, the dead, witches, jinxes, a priest, an empty hearse, a black cat), bearers of a disruptive force that threaten the fullness of life. ...
This also explains why, when feeling attacked by a divisive force, one protects oneself by touching his testicles .

In a male model society, this precaution or apotropaic defence can obviously be only used by the male, although sometimes, in peasant traditions, women resort to repeated blows on their butt. Another similar practice, ... in a residual form and transmitted from mother to daughter, is the scratching the right buttock, by women , to ward off the evil eye. No doubt, both practices are equivalent to touching of the testicles, or, hazarding a hypothesis which would need to be studied more in depth, in these feminine exorcisms, one could catch a glimpse of a residual form of the tabued, ancient anasyrma, or the lifting of clothing to expose the sexual organs.

(My own translation from the original Italian.)  


No comments: